ViaggiaResponsabile

Una giornata per l’Antartide

amundsen

Il 1 dicembre, si festeggia in tutto il mondo la giornata dell’Antartide per celebrare il Trattato Antartico, firmato 52 anni fa, ma entrato in vigore solo nel 1961. Il documento è stato sottoscritto da dodici nazioni (oggi aderiscono 45 paesi) con il chiaro intento di stabilire accordi per l’utilizzo pacifico delle risorse del continente antartico e per la preservazione del suo ecosistema. A mezzo secolo dall’evento, tante le manifestazioni in tutto il mondo, dal lancio delle mongolfiera della Pace a mostre e concerti.

Ma quest’anno si celebrano anche i 100 anni dalla memorabile sfida compiuta dai due esploratori Roald Amundsen, per la Norvegia e Robert Falcon Scott, per la Gran Bretagna, in gara nel 1911 per raggiungere, dai margini della barriera di Ross, il Polo Sud. A questo evento è dedicata la mostra “Race, alla conquista del Polo Sud“, in corso al Palazzo Ducale di Genova. Ricostruzioni tridimesionali, oggetti storici, fotografie e riproduzioni raccontano da vicino tutta la sfida, mentre sul numero di dicembre di “Le Scienze”, in edicola dal 3 dicembre, un articolo (qui potete scaricare gratuitamente il pdf) racconta la tragica corsa verso la conquista dell’Antartide da parte di Robert Scott e illustra il bilancio scientifico della sua spedizione.Per ricordare il viaggio polare, infine, e per descrivere la quotidianità del continente più remoto del mondo, dal 9 al 19 dicembre un inviato de “Le Scienze” e “National Geographic”, Jacopo Pasotti, sarà ospite del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide presso la Stazione “Mario Zucchelli” e la base italo-francese Concordia. Da lì documenterà con foto, video e testi come si vive e come si fa ricerca nella terra dei ghiacci.
Visita la pagina delle proposte di viaggi ai Poli che Planet Viaggi Responsabili fa in collaborazione con l’associazione Viaggi Polari 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *