ViaggiaResponsabile

Viaggio in Etiopia – aggiornamento sulla sicurezza dei viaggiatori

Etiopia - chiese rupestri

Viaggio in Etiopia di Planet Viaggi Responsabili

Pubblichiamo questa informazione che ci hanno inviato i nostri partners etiopici sulla sicurezza del viaggio  che proponiamo come Planet Viaggi Responsabili :

“Buongiorno,
questa mail per informarvi sull’accaduto in Dancalia.
Le informazioni sono tuttora molto frammentarie, non ci sono notizie certe, salvo il fatto che sicuramente un numero imprecisato di turisti (3/5 ?) sono stati uccisi in Dancalia due giorni fa attorno al vulcano Erta Ale. L’articolo piu’ completo che al momento abbiamo trovato sui giornali italiani e’ il seguente dal Corriere della Sera:
Da dire è che la Dancalia è un universo a sè, terra di nessuno, dove ogni tanto accadono fatti molto gravi (questo direi che ha superato tutti i precedenti e non abbiamo notizie certe nemmeno sulla nazionalità dei turisti uccisi), ma che è lontana mille miglia reali e virtuali dal resto del paese.
La situazione sicurezza nel resto del paese e’ invariata, ovvero non ci sono problemi come e’ sempre stato finora.
Noi a tempo indeterminato (finche’ NOI non saremo tranquilli, e non sulla base di quello che dice il governo) non programiamo piu’ gruppi per la Dancalia, di fatto abbiamo gia’ cancellato quelli in arrivo a Febbraio e messo in attesa le richieste gia’ ricevute per Marzo per la prossima stagione.
Quello che possiamo dirvi e’ di stare tranquilli e di rassicurare i clienti che hanno intenzione di fare un viaggio nel resto del paese.
I clienti che abbiamo in giro in questi giorni, che non sono pochi visto che siamo sotto le feste, sono tutti tranquilli in quanto si sono resi conto che il problema e’ circoscritto a quella particolare regione dell’Etiopia. State tranquilli anche voi, non e’ nel nostro interesse rassicurarvi se noi stessi non fossimo tranquilli a riguardo, non faremmo mai venire clienti in zone non sicure del paese.

Viaggio Planet Viaggi Responsabili in Etiopia del Nord

Condividi con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *