ViaggiaResponsabile

Patagonia – sostegno alla campagna Patagonia senza dighe

Patagonia cilena

Planet Viaggiatori Responsabile aderisce da tempo alle iniziative della campagna ” Patagonia senza dighe “.

Cile

Pubblichiamo qui un aggiornamento della campgna.

Cari sostenitori della Campagna italiana Patagonia senza Dighe,

vi scriviamo, come già fatto in passato, per aggiornarvi sugli sviluppi della campagna e per coinvolgervi in un’altra iniziativa per contribuire a fermare il progetto HidroAysen nella Patagonia cilena.
Alcune buone notizie cominciano ad arrivare.
Come forse avrete visto dalle informazioni pubblicate sul sito, il progetto delle mega dighe nella Patagonia cilena si è temporaneamente scontrato con  un primo ostacolo istituzionale. Un tribunale in Cile ha infatti ordinato la sospensione del progetto multimiliardario per esaminare le obiezioni sollevate da gruppi della società civile, ambientalisti e deputati.
Lo studio di impatto ambientale del progetto HydroAysen era infatti stato approvato lo scorso maggio, ma lo stesso processo di approvazione aveva subito pesanti critiche da parte degli oppostori del progetto, che hanno evidenziato l’esistenza di seri conflitti di interessi all’interno della Commissione di Valutazione.
E’ per rispondere a questi, ed altri dubbi che il tribunale di Puerto Montt, in Cile, ha quindi decretato la sospensione temporanea del progetto per tre mesi.

Ma il progetto è, appunto, solo sospeso per il momento. E per trasformare questa sospensione in cancellazione definitiva occorre tenere alta la protesta, ed accodarsi alle migliaia di cileni e di internazionali che continuano a mobilitarsi in tutto il mondo per richiedere a viva voce che la Patagonia sia lasciata in pace.

E’ per questo che vi chiediamo di continuare a dimostrare il vostro sostegno prezioso, e di spingere altri, parenti ed amici, a fare altrettanto!
Seguendo il link qui sotto e riempiendo gli appositi spazi, potrete inviare una lettera all’Amministratore Delegato di ENEL Fulvio Conti, chiedendogli con fermezza che l’ENEL, azienda italiana per il 30% pubblica, e quindi appartenente a tutti noi, si ritiri dal progetto.
Quando lo avrete fatto, girate il link a tutti i vostri contatti, moltiplichiamo le lettere inviate e facciamo in modo che il messaggio arrivi un’altra volta forte e chiaro: ENEL FUORI DALLA PATAGONIA CILENA!
http://patagoniasenzadighe.org/attivati/attivati.php

Qui il viaggio Planet nella Patagonia cilena …..

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *