ViaggiaResponsabile

Armenia – testi scritti e testi viventi

 

Progetto  “Testi scritti e testi viventi”

 Sono una studentessa straniera. Ho avuto la fortuna di frequentare un corso di specializzazione “Lingue e Letterature moderne e Comparate” dell’Università di Verona che ha comportato la possibilità di avere a disposizione i libri della biblioteca universitaria e civica, ricche di volumi che potevano soddisfare ogni mio interesse culturale. Questo, purtroppo, non è possibile per gli studenti armeni in quanto, per ragioni diverse, le biblioteche dell’Università non sono aggiornate. 

Armenia - Ararat

Armenia - Ararat

Per questo motivo vorrei proporre un progetto, finalizzato all’arricchimento delle biblioteche armene, che si avvalga dei programmi “dei viaggi responsabili”: l’operatore di viaggi dovrebbe suggerire ad ogni viaggiatore di donare un libro del suo Paese per lui significativo.

In tal modo ognuno dei viaggiatori potrebbe dare il suo contributo per la realizzazione del progetto e l’emancipazione del Paese, creando uno scambio interculturale a vantaggio sia del donatore che, frequentando la gente la loro cultura usi e costumi, può arricchire le sue esperienze, sia dello studente futuro fruitore, che avrà molte più opportunità di scambio interculturale e di apertura mentale.Ogni popolo ha il suo percorso storico ed ogni percorso è ritenuto il migliore dal popolo che lo segue, perché ognuno è il risultato della propria storia, cultura, esperienze vissute che lo portano in un modo personale ad agire e reagire.

 Il viaggiare e studiare all’estero mi ha aiutato a confrontare delle realtà diverse e capire quale potrebbe essere la soluzione migliore per il mio Paese. Fatto il “think tank” assieme ad altri studenti stranieri ho capito che rinnovando ed arricchendo le biblioteche si rinnoverebbero le idee che favorirebbero l’ ”education for change”. Vorrei tanto che con l’aiuto di tutti il progetto proposto diventasse catalizzatore per il cambiamento e che i testi scritti non rimanessero chiusi ed abbandonati, ma diventassero testi viventi, per insegnarci a migliorare la nostra vita. 

La scelta armena potrebbe diventare un paradigma per altri Paesi ed avere un effetto domino.

Fare il “ think tank”  raccogliere le idee per trovare una soluzione

“Education for change”   educazione per il cambiamento.

                                                                                             Adel Faroyan

Leggi qui il viaggio in Armenia di Planet Viaggiatori Responsabili che appoggia questa progetto ……..

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *